Craco è un borgo di origine medioevale famoso per essere completamente abbandonato in seguito alla sua evacuazione avvenuta a partire dal 1963 a causa di una frana di vaste proporzioni. Da allora il paese vecchio, in cima ad un cucuzzolo, è  pian piano diventato un vero e proprio paese fantasma circondato da calanchi, ossia spettacolari formazioni argillose che rievocano paesaggi desertici,  che rendono il paesaggio ancora più suggestivo, dove il silenzio e la pace regnano sovrani.

Al pari di Matera, anche è spesso scelto come set cinematografico per diversi film tra cui il pù famoso è la scena dell'impiccagione di Giuda in “The Passion” di Mel Gibson (2003), "Cristo si è fermato a Eboli" di Francesco Rosi (1979), "La lupa" di Alberto Lattuada (1953), "King David" di Bruce Beresford (1985), "Il sole anche di notte" di Paolo e Vittorio Taviani (1990), "Ninfa plebea" di Lina Wertmüller (1996), "The Big Question" di Francesco Cabras e Alberto Molinari (2004), "Nativity" di Catherine Hardwicke (2006), "Basilicata coast to coast" di Rocco Papaleo (2010) e tanti altri.

La visita si effettuerà attraverso antichi rioni, piazze, strade, case e palazzi nobiliari su di un percorso messo in sicurezza che dal basso raggiungerà la Chiesa bizantineggiante di San Nicola fino alla cima della Torre Normanna dell’XI secolo, dove solo le cornacchie rompono il silenzio surreale e dove la vista spazia a 360 gradi sul paesaggio lunare dei calanchi, delle valli dei fiumi Cavone e Bradano fino alla costa Jonica.

La visita prosegue per Aliano, piccolo paese con poco più di mille abitanti, anch'esso circondato dal paesaggio suggestivo e lunare dei calanchi. Lo scrittore, dottore e pittore Carlo Levi vi fu confinato tra 1935 e 1936 per ragioni politiche; egli ne percorse le strade,  incontrando gli abitanti,  scoprendo ed amando la cultura locale, riportandone le sue memorie nel celebre libro “Cristo si è fermato a Eboli”.

Durante il percorso, un vero e proprio viaggio letterario, oltre alla casa di confinio in cui lo scrittore visse, studiò e dipinse, si visiteranno il Museo di vita contadina, la Pinacoteca (ricca di suoi dipinti) e naturalmente i punti più  importanti dei racconti del libro come la Fossa del Bersagliere, la Chiesa di San Luigi Gonzaga, la Caserma dei Carabinieri, l’Ufficio postale, le Case con gli Occhi, ecc…, riuscendo a percepire le sue stesse emozioni e ricordi.

Si noterà che il paese è rimasto nella dimensione rurale raccontata da Levi, capace di trasmettere ai visitatori un senso di stupore e facendone rivivere il passato, come  se il tempo si fosse fermato e non ci fosse stata innovazione, progresso urbano e sociale, uno dei motivi per cui Carlo Levi decise di farsi seppellire qui alla sua morte.

Periodo: Tutti i giorni. Possibilità di pick-up con partenza da Matera o dai comuni limitrofi con orari differenti da stabilire in base alle vostre esigenze.
Durata: 
8 ore più gli eventuali tempi di trasferimento da/per Matera o zone limitrofe.
Difficoltà:
Media. Presenza di scalinate e percorsi sterrati a Craco, dove la visita si effettua con caschetto protettivo di sicurezza fornito in loco. Aliano, al contrario, è facilmente percorribile.
Da non dimenticare:  Scarpe comode, macchina fotografica e durante l’estate acqua, cappello e crema solare.
Costi e note:

Il tour è privati ma su richiesta, ed in base alla disponibilità, è possibile utilizzare la formula del Tour Sharing, aggregandosi e dividendo i costi con altri partecipanti. Ragazzi fino a 15 anni gratis (accompagnati da un adulto).

E' possibile fare un tour di mezza giornata visitando solo Craco od Aliano oppure full day visitando entrambi o solo uno d'essi abbinato ad uno degli altri tour di Matera e dei dintorni (ad esempio la vicina Metaponto). Per maggiori info sui costi o per qualsiasi altra informazione Contattatemi.